2007

Il Temporeale del 2007

30 dicembre 2007: Nutrita uscita di soci del GSSG nella Grotta La Val a Spilimbergo (PN)

30 dicembre 2007: Uscita di piacere alla Gabomba. Aluni soci hanno accompagnato in visita tre amici del gruppo Seppenhoffer di Gorizia. Con l’occasione si è fatta anche pulizia delle poche cose lasciate durante le prime  esplorazioni.

29 dicembre 2007: Seconda giornata dedicata alla visita della Grotta Valentina da parte dei giovani della Parrocchia S. Luigi – Gonzaga.

28 dicembre 2007: Visita guidata alla Grotta Valentina di Visogliano per 12 ragazzi della Parrocchia S. Luigi – Gonzaga.

26 dicembre 2007: Ancora una discesa e ancora scavi sul fondo della Grotta Damocle, la nuova cavità che da tempo il GSSG sta esplorando.  

26 dicembre 2007: Visita per individuare possibili nuove prosecuzioni anche alla Grotta Alice, nei pressi del Monte Gurca sul Carso triestino.

25 dicembre 2007: Uscita festiva per una battuta di zona tra le rocce della Val Rosandra.

23 dicembre 2007: Uscita alla Grotta Nera del Bosco Bazzoni per verificare la possibilità di attrezzare una discesa anche nella parte terminale della cavità e nell’occasione si è data un’occhiata alla frana per vedere se la cavità può regalarci qualche nuova e inesplorata prosecuzione: chissà?!

23 dicembre 2007: Gita nel veronese per una discesa alla Spluga della Preta.

16 dicembre 2007: Giornata dedicata alla visita della Fessura del Vento, la celebre cavità che si apre sul fianco della Val Rosandra. Percorsi i suoi rami principali, soprattutto quelli che vedono la costante presenza dell’acqua, come il Ramo delle Evorsioni e del Lago Azzurro.

16 dicembre 2007: Ancora una volta percorriamo le sale adorne di concrezioni della Grotta Valentina di Visogliano.

16 dicembre 2007: Giornata eterogenea, con una breve visita alle grotte Azzurra e Cosmini e al ben più impegnativo Abisso Romano Ambroso.

15 dicembre 2007: Uscita collettiva culinaria. Come consuetudine si chiude l’anno speleologico con la cena sociale del Gruppo, momento per qualche (breve) discorso di rito e tanta voglia di trascorrere una serata tutti assieme, assaporando dei buoni cibi e del buon vino.

14 dicembre 2007: Alcuni soci danno un’occhiata alla Grotta G.E.I. nei pressi del Bosco Bazzoni, una vecchia e nota cavità che però potrebbe riservare ancora alcune sorprese. Alla prossima!

09 dicembre 2007: Nuovamente sul fondo dell’Abisso Plutone anche per continuare gli scavi nel sifone terminale: tanta argilla e pochi evidenti ed eclatanti risultati. Mi sa che sarà necessario ritornare!

08 – 09 dicembre 2007: Abisso Mario Grassi (Gabomba). Iniziati nuovamente gli scavi al ramo nuovo a circa 100 metri dall’ingresso. Attaccato lo stretto meandro alla base del P20: dopo qualche metro si intravede un ambiente più largo, il lavoro sarà lungo e prenderà più di qualche uscita, però, come ci ha insegnato questa grotta, bisogna avere pazienza e costanza e prima o dopo il premio arriva.

08 dicembre 2007: Riscuote un buon successo l’incontro organizzato a Villanova delle Grotte tra GSSG di Trieste, CRC Seppenhoffer di Gorizia e CSIF di Udine. E’ l’occasione per presentare la Grotta Gabomba e altri lavori svolti dai tre gruppi nella zona, allietati da un apprezzatissimo rinfresco finale.

08 dicembre 2007: Ancora un’uscita all’Abisso della Vendemmia alla quale partecipano anche alcuni degli oramai ex allievi del XXI corso di speleologia. Nell’occasione si cerca ancora di verificare la possibile prosecuzione e si stila il rilievo della parte più profonda.

02 dicembre 2007: Grotta dell’Osmiza. Uscita esplorativa e di scavi. Sei persone, divise in due squadre, si sono dedicate sia alla perlustrazione delle numerose finestre lungo il nuovo pozzo, sia agli scavi alla base di questo. Le finestre conducono a pozzi paralleli alla via principale di discesa senza purtroppo prosecuzioni evidenti invece, alla base del pozzo nuovo, gli scavi hanno dato buoni frutti. Dopo aver tolto un enorme masso il nostro amico sassolino non si è voluto fermare ed ha continuato a rotolare, sfiorando i 100 metri di profondità… non resta che andargli dietro!

02 dicembre 2007: Visita tra le sale, i colonnati e le splendide concrezioni della Grotta delle Torri di Slivia.

02 dicembre 2007: Uscita per il riarmo dell’Abisso della Vendemmia. Nell’occasione si prova a forzare la strettoia che a circa -200 aveva fermato le precedenti esplorazioni, ma purtroppo con scarsi risultati.

02 dicembre 2007: Uscita di gruppo per una visita alla Grotta di Medveje nella vicina Slovenia. Foto di questa cavità sono presenti nella fotogallery.

02 dicembre 2007: Ancora una visita alla grotta Nera del Bosco Bazzoni, questa volta da parte dei ragazzi della Parrocchia S. Luigi – Gonzaga.

27 novembre 2007: Altra breve visita, questa volta alla Caverna del Campo Nomadi di Borgo Grotta Gigante, questa volta alla ricerca di nuove prosecuzioni.

27 novembre 2007: Visita veloce alla Grotta Cosmini di Samatorza per verificare la possibilità di accompagnare un gruppo di scout al suo interno.

25 novembre 2007: Numerosi soci del GSSG partecipano a SpeleoDuemilaSette, l’evento organizzato a Pordenone per festeggiare i primi 10 anni di Federazione Speleologica Regionale.

25 novembre 2007: Uscita all’Abisso Plutone per alcuni “vecchi” soci ma soprattutto per alcuni degli ex allievi del XXI corso che così provano l’emozione della discesa in solitaria nel P115 d’ingresso. Si approfitta poi per proseguire gli scavi intrapresi nei pressi del Trono di Plutone, che purtroppo, e in maniera definitiva, si decide di abbandonare anche se, un altro assaggio, verso il sifone finale, riaccende qualche speranza. Bisognerà ritornare, perché “scavare bisogna!”

24 novembre 2007: Dopo un lungo periodo di buio, inizia il riarmo dell’Abisso della Vendemmia per riprendere il lavoro di scavo da dove era stato lasciato: -200!!

23 novembre 2007: Serata di chiusura del XXI corso di speleologia e consegna dei diplomi. Nell’occasione vengono proiettati alcuni video sulle uscite pratiche che a breve saranno disponibili anche sul web.

19 novembre 2007: Decima e ultima serata teorica del XXI corso di speleologia. L’argomento trattato è l’archeologia del Carso triestino.

18 novembre 2007: Quinta uscita pratica per i partecipanti al XXI corso di speleologia, che questa volta solcano i meandri attivi e le gallerie della Grotta Nuova di Villanova, così morfologicamente diversa da tutte quelle incontrate sul Carso triestino.

18 novembre 2007: Visita alla Grotta Valentina con un gruppo di 27 ragazzi della Parrocchia S. Luigi – Gonzaga.

17 novembre 2007: Grotta dell’Osmiza. Scavati gli ultimi metri di cunicolo, e dopo tanta attesa, siamo riusciti a scendere il pozzo stimato da 40 metri. L’assenza di concrezioni, le pareti levigate, la presenza di lame taglienti ricordano le grotte di montagna, anche se la la presenza di fango lungo le pareti ci riporta subito al nostro Carso. Ora la grotta ci ha permesso di raggiungere gli 80 metri di profondità e le possibili prosecuzioni ci sono: alla base del pozzo, tra le lame e oltre una finestra in parete, il nostro amico sassolino rotola avanti, in un ambiente più largo….ci attendono sicuramente altre emozioni!

16 novembre 2007: Ancora una serata dedicata alla teoria per i frequentatori del XXI corso di speleologia, nella quale si affronta il delicato tema della prevenzione degli incidenti e il primo soccorso in grotta.

12 novembre 2007: Ottavo incontro serale per i partecipanti al XXI corso di speleologia. Il tema, questa volta, è il carsismo e la speleogenesi: dopo averle scese e osservate da vicino, è il momento di approfondire la loro genesi.

11 novembre 2007: Quarta uscita pratica del XXI Corso di speleologia. I partecipanti questa volta devono affrontare la “libera” di 60 metri della Grotta Noè, sul Carso triestino nei pressi di Aurisina. Comprensibile una qualche inquiedudine sul ragno nel vuoto, compensata dagli immancabili pendoli sulla china detritica del fondo.

11 novembre 2007: Accompagnata nella Grotta Nera una quindicina di Scuot per una visita didattica sulla preistoria dell’uomo sul Carso triestino.

10 novembre 2007: Ancora un’uscita “d’allargamento” alla vecchia cavità del GSSG nei dintorni dell’Abisso Martel. La squadra scavi si concentra sul ridimensionamento delle parti iniziali già note della grotta, perciò la prossima uscita sarà dedicata allo spietramento.

9 novembre 2007: Settimo incontro teorico per i 14 partecipanti al XXI Corso di speleologia. Dopo quasi un mese di lezioni, è arrivato il momento di approfondire le tecniche di progressione ed esplorazione attraverso il secondo appuntamento ad esse dedicate.

4 novembre 2007: Nemmeno la sosta per il raduno internazionale Apuane 2007 ferma gli allievi del XXI corso di speleologia. Oramai lanciati verso l’ipogeo, organizzano una visita alla bellissima Grotta del Paranco accompagnati da alcuni soci del GSSG.

4 novembre 2007: Consueto appuntamento con l’apertura domenicale dell’area museale della Grotta Nera di Basovizza e consueto successo: circa 150 persone visitano il sito dedicato alla ricostruzione della vita preistorica sul Carso triestino.

31 ottobre – 4 novembre 2007: Un nutrito gruppo di soci partecipa al raduno nazionale in Apuane: il GSSG presenterà ben 4 videoproiezioni a carattere speleo-esplorativo, l’uscita della guida sulla Grotta Nera e la preistoria dell’uomo, un poster sulla didattica nella Particella sperimentale del Bosco Bazzoni ma, soprattutto, sarà presente con uno stand gastronomico. Arrivederci a tutti in Garfagnana!

29 ottobre 2007: Sesta lezione teorica del XXI Corso di speleologia. I partecipanti sono questa volta introdotti ai temi dell’ecologia e della salvaguardia delle aree carsiche.

28 ottobre 2007: Terza uscita pratica del XXI corso di speleologia alla Grotta Lindner di San Pelagio, sul Carso triestino. I 14 partecipanti al corso affrontano gli scivoli e il pozzo di questa notevole cavità, dimostrando di avere sempre più dimestichezza con le tecniche e attrezzature speleo.

26 ottobre 2007: Quinta lezione teorica del XXI Corso di speleologia. L’argomento della serata è il rilievo ipogeo con le sue tecniche di realizzazione, le finalità e gli scopi.

13 – 25 ottobre 2007: Vietnam Nord orientale. Visita alle grotte di Hang Dau Go detta “Grotta dei pali di legno” in quanto una delle sale servì come deposito di pali di legno utilizzati per fermare la flotta mongola, e la grotta Hang Thien Cung, entrambe nelle isole calcaree della Baia di Halong. Un piccolo angolo di paradiso immerso in una natura quasi incontaminata che fa tornare alla mente vecchi racconti di pirati.

22 ottobre 2007: Quarta lezione teorica del XXI Corso di speleologia dedicata alla biospeleologia, ovvero agli animali che popolano quegli ambienti, alle loro caratteristiche, peculiarità e delicatezza.

20 ottobre 2007: Inizia un’altra avventura esplorativa. La nostra oramai collaudata squadra scavi inizia a rivedere una vecchia cavità del GSSG nei pressi dell’Abisso Martel. Per ora si allargano i passaggi a pochi metri di profondità, ma chissà …!!

21 ottobre 2007: Seconda uscita pratica per i 14 frequentatori del XXI corso di speleologia. Di turno è la Grotta Nemez di Aurisina, che impegna non poco i partecipanti, ripagandoli però con dei saloni finali ricchi di concrezioni.

21 ottobre 2007: Un socio del GSSG in quel di Bologna per impegni SSI nazionali visita la Spepola.

20 ottobre 2007: Ancora scavi e ancora nei pressi della Particella sperimentale del Bosco Bazzoni. Indagato un altro possibile accesso ipogeo che però immediatamente si rivela un falso allarme.

19 ottobre 2007: Terza lezione teorica del XXI corso di speleologia, dedicata ad illustrare ai partecipanti i fondamenti della cartografia.

17 ottobre 2007: Un socio accompagna una partecipante al XXI corso di speleologia alla Grotta Valentina di Visogliano, un piccolo gioiello di concrezioni e formazioni calcitiche.

15 ottobre 2007: Battuta di zona nei pressi di Zolla di Monrupino alla ricerca di nuove cavità.

15 ottobre 2007: Seconda lezione teorica del XXI corso di speleologia: la serata è dedicata all’organizzazione e alla storia della speleologia, in particolare della nostra Regione.

14 ottobre 2007: Prima uscita pratica del XXI corso di speleologia nella palestra naturale della Cava di Zolla a Monrupino. I 14 partecipanti si cimentano nella salita e discesa con le attrazzature speleo, nel superamento di deviatori, nodi e cambi di direzione, e tutti si dimostrano da subito molto abili in tutte queste nuove manovre. Buona la prima e … appuntamento per domenica prossima alla Grotta Nemez.

14 ottobre 2007: Uscita per disarmo al nuovo Abisso presso la Cibic con …. sorpresa. Una squadra di speleo si immerge a quasi 200 metri di profondità per recuperare tutto il materiale che da alcuni mesi permette la salita e discesa, ma arrivati quasi sul fondo, nel momento di impegnare l’ultima strettoia e sbucare nella concrezionatissima ultima saletta, ci si accorge che il vano è completamente invaso dall’acqua di stillicidio: forse significa che non ci sono proprio possibilità che continui?

14 ottobre 2007: Si mette la parola fine agli scavi nella nuova cavità nei pressi del Bosco Bazzoni: anche i nuovi tentativi di rintracciare nuove e chiare prosecuzioni non danno i frutti sperati, pertanto con una prossima uscita si procederà al definitivo rilievo.

12 ottobre 2007: Parte il XXI Corso di speleologia con 14 partecipanti. Il primo incontro è dedicato all’illustrazione del corso per poi subito affrontare il tema delle attrezzature di discesa e risalita. Il prossimo appuntamento è fissato per la prima uscita apratica nella Cava di Zolla, a Monrupino. Buon corso a tutti.

7 ottobre 2007: Grotta dell’Osmiza. Finalmente ci siamo. Dopo sei ore continue di scavi, ancora una volta “la grotta” ha fatto battere forte il cuore degli speleo regalando l’emozione della scoperta: una finestra sul buio assoluto e sul vuoto. Finalmente il tanto sperato pozzo è arrivato con tutta la sua imponenza: stimati 30 metri. Bisogna ancora un pò allargare e scendere ma il rumore del fatidico sassolino lanciato e, soprattutto, l’aria in uscita lasciano immaginare qualcosa di importante. La prossima volta speriamo di avere notizie moooolto profonde.

7 settembre 2007: Ancora una domenica di apertura della Grotta Nera, l’area museale dedicata alle ricostruzioni di vita preistorica del Carso triestino, e ancora una giornata di grande successo: oltre 240 persone che visitano il sito gestito dal GSSG all’interno della Particella sperimentale del Bosco Bazzoni di Basovizza.

30 settembre 2007:  Dopo una lunga assenza, la Grotta Damocle vede nuovamente la luce delle carburo. Un’intensa opera di allargamento ha tappato la prosecuzione individuata, perciò ora si tratta di rimuovere il materiale e … continuare a scavare.

30 settembre 2007: Un nutrito gruppo di soci partecipano all’iniziativa “Puliamo il buio 2007″, durante la quale viene completamente ripulita la Caverna presso il Cimitero Militare di San Pelagio, nei pressi dell’omonima località carsica. A breve un completo resoconto della giornata.

23 settembre 2007: Nuovamente Villanova, in Friuli, ma questa volta lo scavo esterno si rivolge a un nuovo molto probabile e allettante ingresso individuato a pochi metri di distanza da quello della oramai mitica Gabomba.

23 settembre 2007: Dopo alcuni mesi un nutrito gruppetto di soci varca nuovamente la soglia del pulitissimo Abisso Plutone, ma questa volta le intenzioni sono diverse: dare un’occhiata allo scavo accantonato per una possibile ripresa dei lavori.

23 settembre 2007: Uscita turistica nel sempre interessante Abisso di Trebiciano con i suoi 329 metri di pozzi attrezzati con scale fisse in metallo e passeggiata sulla sabbia della Caverna Lindner bagnate dal Timavo.

22 settembre 2007: Di nuovo in cantina, ovvero nello scantinato dell’osmizza che sul Carso ha intercettato una cavità. Sono proseguiti i lavori di scavo nella strettoia individuata anche se rallentati da alcuni inconvenienti tecnici agli strumenti “da perforazione”. Andrà meglio la prossima volta.

16 settembre 2007: Ancora una volta i nostri scavatori vogliono “assaggiare” il nuovo pertugio trovato nei pressi del Bosco Bazzoni: chissà che non si decida a proseguire!

16 settembre 2007: Visita alla Grotta Noè sul Carso triestino, nei pressi di Aurisina.

15 settembre 2007: Ancora sul fondo dellAbisso presso il Cibic. Allargato e sceso il passaggio individuato la volta precedente: dopo una decina scarsa di metri di discesa si atterra in un nuovo meandro che però non presenta evidenti vie di prosecuzione. Bisognerà indagare ancora!

15 settembre 2007: Ulteriore “caccia fotografica fino all’ultima immagine ” alla Grotta Gabomba. Questa volta la preda erano i rami alti, il P70 e la galleria immediatamente sopra, che dovrebbe ricondurre, scavando scavando, alla luce del sole. Un esperto entomologo e paziente “flashista”, cogliendo l’occasione dell’uscita ha unito l’utile al dilettevole, campionando la fauna acquicola ipogea per determinala e confrontarla con quella trovata in cavità simili sia dal punto di vista chimico-fisico che per posizione geografica.

8 settembre 2007: Ancora una discesa al neo Abisso presso il Cibic. Continuano gli scavi nel pozzo a circa -180: si prosegue ad allargare la stretta fessura che punta verso il basso, dalla quale esce un flusso d’aria che non può tradire le nostre aspettative.

2 settembre 2007: Oltre un centinaio di persone approfittano dell’apertura mensile della Grotta Nera del Bosco Bazzoni per catapultarsi nella vita preistorica sul nostro Carso.

1° settembre 2007: Discesa profonda nel neo Abisso presso la Cibic: indagato il pozzo individuato nella scorsa uscita, altri quindici metri rubati alla verticale (e siamo a circa -180!). La via è nuovamente stretta, ma l’aria presente lascia ben sperare, molto ben sperare.

1° settembre 2007: Ancora un’uscita per saggiare il nuovo scavo nei pressi della Particella sperimentale del Bosco Bazzoni.

26 agosto 2007:  Uscita speleologica dedicata alla visita di un’altra delle classiche del Carso triestino, la Grotta delle Torri di Slivia.

25 agosto 2007: Individuato durante una delle tante uscite per lavori vari nella particella del Bosco Bazzoni, finalmente si scava attorno ad un vecchio accenno di ingresso. Un paio di metri di profondità e un modesto sviluppo orizzontale ancora da investigare ed eventualmente rilevare.

24 agosto 2007: Finalmente ci si cala in profondità nel neo Abisso presso il Cibic. Raggiunta nuovamente la finestra nel grande pozzo da 50 a oltre 150 metri di profondità, si inizia l’esplorazione della galleria che era stata individuata nell’ultima uscita esplorativa. Da un lato il percorso termina sotto un pericolosissimo camino che scarica in continuazione, mentre dall’altra l’avanzata si deve interrompere a causa di un pozzo che intercetta la galleria. Il tutto è rimandato alla prossima uscita.

21 agosto 2007: Ancora sistemazioni ai tratti iniziali dell’ex Pozzo presso il Cibic.

19 agosto 2007: proseguono i lavori di ripristino e sistemazione dell’ingresso dell’ex Pozzo presso il Cibic.

18 agosto 2007: ancora lavori di ripristino all’ingresso del neo Abisso presso il Cibic dopo il ritrovamento di una carcassa di animale subito sotto il pozzo d’ingresso.

15 agosto 2007: la giornata ferragostana viene dedicata alla visita e alla realizzazione di altre istantanee della Grotta Valentina di Visogliano, un piccolo gioiello del Carso triestino.

12 agosto 2007: Trasferta pugliese per alcuni soci del San Giusto che ne approfittano per una visita alle bellissime Grotte di Castellana in provincia di Brindisi.

12 agosto 2007: Uscita epigea sul Massiccio del Canin.

12 agosto 2007: su disposizione della Magistratura, due soci del Gruppo procedono al recupero delle ossa umane ritrovate sul fondo dell’Abisso Plutone durante i lavori della sua pulizia.

10 agosto 2007: 10 ore di foto alla Grotta Gabomba. Affollata uscita in quel di Villanova delle Grotte per realizzare delle immagini da inserire in una presentazione per il prossimo raduno speleo. Gli scatti, questa volta, hanno interessato le parti più lontane dall’ingresso, dalle gallerie terminali a quelle che conducono alla risalita nel pozzo da 70.

5 – 9 agosto 2007: un socio del GSSG partecipa a una spedizione speleologica in Bosnia, durante la quale ha modo di esplorare e rilevare numerose cavità tra le quali la Matica Jama, la Olovo Pecina, la Ziaca Jama e la Bjelasnica.

5 agosto 2007: un’altra ottantina di persone visitano la Grotta Nera del Bosco Bazzoni e la sua ricostruzione della vita preistorica sul Carso.

4 agosto 2007: Ancora neo Abisso presso il Cibic. A distanza di un solo giorno, continuano i lavori di ripristino dell’ingresso dopo il ritrovamento dei resti di un animale in putrefazione. L’opera si può definire conclusa, perciò nei prossimi giorni riprenderanno le esplorazioni dei nuovi ambienti a oltre -150.

24 luglio – 4 agosto 2007: Spedizione “Pindos 2007″. Anche quest’anno, in collaborazione con lo Speleo Club Roma e il Gruppo Selas di Atene, esplorazione e ricerca di nuove cavità in terra greca. Nella sezione “Esplorazione/Estero”, gli scopi e il resoconto dell’iniziativa.

3 agosto 2007:  Una prima uscita dedicata alla rimozione dei resti animali in putrefazione subito sotto l’ingresso dell’ex Pozzo presso il Cibic: riportati in superficie, non senza difficoltà, i probabili resti e iniziato un certosino lavoro di bonifica dei liquami presenti.

29 luglio 2007: Uscita classica per una visita classica del Carso triestino, la Grotta delle Torri di Slivia.

28 – 29 luglio 2007: Una due giorni sui Monti Musi in Val Resia per esplorare alcuni rami nuovi dell’Abisso Pahor e disarmare altre parti oramai già viste. Queste le intenzioni, ma viste le piogge solo qualche breve recupero di materiale! Il resto quando le piene saranno terminate.

28 luglio 2007: Visita fotografica alla Grotta dei Vasi di Aurisina.

19 luglio 2007: Conferenza stampa congiunta del Comune di Trieste - con l’Assessore Franco Bandelli – e del GSSG per presentare i risultati dell’opera di pulizia dell’Abisso Plutone. Nell’occasione si sono potuti fornire i “numeri” dell’iniziativa: 32 metri cubi di materiali trasportati in superficie attraverso il pozzo d’accesso di 115 metri, tra cui 3 autovetture, 15 motorini e scooter e una moto, oltre a un numero imprecisato di elettrodomestici, pneumatici e altri rifiuti. Nei più di 3 mesi di lavori e con la presenza totale di 168 soci, all’opera sono state dedicate 1.440 ore. All’iniziativa sono stati dedicati servizi sulle emittenti televisive locali e un articolo sul quotidiano cittadino.

15 luglio 2007: Altra uscita speleo-fotografica, questa volta nei pressi di Bristie alla Grotta delle Margherite e alle sue concrezioni. Anche in questo caso, a breve, le immagini nella galleria fotografica.

14 luglio 2007: Dopo la sosta per la pulizia dell’Abisso Plutone, ricominciano le uscite all’ex (ora abisso, con i suoi circa -170) Pozzo presso la Cibic. Purtroppo la preventivata sostituzione dei materiali d’armo non è stata portata a termine a causa del ritrovamento di una carcassa di un piccolo animale in putrefazione sotto al pozzo d’accesso che ha reso l’aria irrespirabile. Dopo una necessaria bonifica riprenderanno le esplorazioni.

14 luglio 2007: Visita ecologica alla Caverna del Cimitero Militare di San Pelagio per verificare il grado di inquinamento della cavità in vista di un prossima ripristino, magari in occasione della prossima edizione de “Puliamo il mondo”. Anche in questo caso, a poche decine di metri di profondità alcune autovetture non attendono che l’opera di alcuni volontari per rivedere la luce.

8 luglio 2007: Uscita speleo-fotografica alla Grotta dell’Elmo di Fernetti (TS); a breve le immagini della cavità nella galleria fotografica.

7 luglio 2007: Breve visita di allenamento alla classica Grotta Noè sul Carso triestino, con la sua impressionante imboccatura e la sua veticale da circa 60 metri

7 luglio 2007: Ancora scavi alla neo Grotta dell’Osmiza. Finalmente siamo riusciti a passare oltre al sifone di fango. Ora, davanti a noi, fa bella mostra di sé un angusto meandrino di circa 2 metri, ovviamente impraticabile, alla cui estremità è comunque possibile già ammirare, e solo ammirare, una bella finestra oltre la quale si percepisce la presenza di un ambiente più grande e agevole. Per raggiungerla sarà però necessaria almeno un’uscita da dedicare alla transitabilità del meandro.

1° luglio 2007: Come consuetudine la prima domenica del mese è dedicata all’apertura della Grotta Nera e della sua ricostruzione di vita preistorica sul nostro Carso.

30 giugno – 1° luglio 2007: Week end conclusivo all’Abisso Plutone. Termina il recupero dei materiali accatastati alla base del pozzo d’accesso di 115 metri; con un u ltimo sforzo vengono riportate alla luce lu lultime carcasse di moto e auto che la “civiltà” aveva parcheggiato sul fondo della cina detritica; rimosso anche quello che restava di una moto che era da anni incastrata in una fessura a metà del pozzo, e non senza alcuni problemi e con qualche minuto di tensione per la difficoltà della manovra. Dopo tanti sforzi, una delle più blasonate cavità del Carso triestino, ritorna ad un aspetto più naturale, meno contaminato. A breve una conferenza stampa congiunta con il Comune di Trieste, illustrerà l’opera svolta e gli obiettivi raggiunti.

23 – 24 giugno 2007: Proseguono i fine settimana dedicati alla pulizia dell’Abisso Plutone. Questa volta i soci del GSSG si dedicano quasi esclusivamente a portare all’esterno gran parte dei rottani e dell’immondizia che da anni giace a 115 metri di profondità. Se tutto va per il meglio, siamo quasi alla fine.

16 – 17 giugno 2007: Altro week-end dedicato alla pulizia dell’Abisso Plutone. Sono stati portati all’esterno alcuni rottami che giacevano in fondo al pozzo d’accesso di 115 metri ma, soprattutto, si è continuato ad accatastare alla base dello stesso pozzo i materiali da recuperare. Ci vorranno almeno ancora un paio di settimane, ma si inizia a vedere la luce in fondo al …. pozzo.  

9 – 10 giugno 2007: Un socio del GSSG partecipa in veste di istruttore al Corso di Tecnica di II livello organizzato dalla SSI sul Monte Grappa, nel vicino Veneto.

10 giugno 2007: Una nutrita schiera di soci prosegue con il ripristino ambientale dell’Abisso Plutone sul Carso triestino. A breve verranno pubblicate altre immagini del degrado di questa cavità e dei lavori intrapresi per ripulirla.

2 – 3 giugno 2007: Proseguono i week-end dedicati alla pulizia dell’Abisso PLutone. Ancora immondizie di ogni genere recuperate dal fondo della china detritica ai piedi del pozzo d’accesso e trasportate con ogni mezzo sotto la verticale, pronte al successivo recupero.

3 giugno 2007: Come consuetudine, la prima domenica del mese vede alcuni nostri soci impegnati nell’apertura della Grotta Nera di Basovizza, l’area museale dedicata alle ricostruzioni di vita preistorica sul Carso triestino.

2 giugno 2007: Anche il GSSG partecipa all’inaugurazione delle Groote di Villanova e ben volentieri partecipa al Concerto e seguente rinfresco.

26 – 27 maggio 2007: Una due giorni all’Abisso Plutone durante la quale un’ingente quantità di rifiuti è stata spostata verso la base del pozzo d’accesso di oltre 100 metri, mentre altro materiale è stato issato con teleferiche e paranchi fino all’esterno.

20 maggio 2007: Altra uscita di gruppo per proseguire i lavori di ripristino ambientale all’Abisso Plutone.

19 maggio 2007: Sempre grotta dell’osmiza. E’ stato allargato ulteriormente il passaggio a sifone tanto da riuscire ad infilarsi e vedere finalmente che “qualcosa” scende e sentire che il sassolino anche lui scende per un 8m…Alla prossima.

13 maggio 2007: Iniziano i lavori di ripristino ambientale all’Abisso Plutone. Una nutrita squadra di speleologi è scesa nell’abisso ed ha iniziato ad organizzare il lavoro di separazione e raccolta della montagna di immondizie, carcasse di automobili e motorini che riempie quasi tutto il fondo della cavità.

6 maggio 2007: Come consuetudine, la prima domenica del mese è riservata all’apertura della grotta Nera del Bosco Bazzoni. Quasi 150 persone visitano l’area museale che rappresenta le ricostruzioni di vita preistorica del nostro Carso.

6 maggio 2007: Visita festiva alla grotta dell’Osmizza, la nuova cavità che si apre nella cantina di un locale agroturistico dell’altipiano.

6 maggio 2007: Uscita domenicale alla Grotta Priamo per proseguire con l’opera di scavo interno del nuovo passaggio.

1° maggio 2007: La tentazione è troppa, e la voglia di scoprire ancora maggiore! Nuova uscita all’Abisso presso il Cibic.

1° maggio 2007: Visita ispettiva all’Abisso Plutone di Basovizza in vista dell’imminente opera di pulizia che il nostro Gruppo vuole sostenere, per rimuovere dal fondo del pozzo di accesso le carcasse di auto e moto, gli pneumatici e quanto altro la “civiltà” vi ha depositato.

29 aprile 2007: Dopo alcune settimane di sosta, riprendono le incursioni esplorative al neo Abisso presso il Cibic e ai suoi nuovi meandri profondi.

29 aprile 2007: Uscita dedicata alla visita della cavità di Becca e Occisla, nella vicina Slovenia.

28 aprile 2007: Visita alla Grotta dei Viganti, in quel di Borgo Viganti in provincia di Udine.

25 aprile 2007: Proseguno i lavori di scavo alla Grotta Priamo di Prosecco per cercare di forzare il nuovo possibile passaggio individuato.

25 aprile 2007: Visita alla Fessura del Vento. Vista la richiesta di alcuni appassionati, alcuni soci li accompagnano lungo i rami più “facili” di quella che è una fra le più estese cavità del Carso triestino.

22 aprile 2007: Cominciano le uscite presso la Grotta Priamo di Prosecco per indagare sulla possibile prosecuzione individuata. Messo in sicurezza l’ambiente e rimosso materiale, tanto materiale. Alla prossima.

21 aprile 2007: Alcuni soci conducono lungo i bellissimi ambienti della Grotta Valentina di Visogliano un nutrito gruppo di semplici appassionati.

15 aprile 2007: Inizia una nuova stagione di scavi alla Grotta Priamo di Prosecco; individuata una piccola nuova probabile prosecuzione che dovrà ancora essere investigata.

15 aprile 2007: Breve uscita alla Grotta del Cibic II per rimuovere tutti i materiali da scavo che per il momento non si intende più utilizzare, dati gli scarsi indizi su una possibile prosecuzione.

14 – 15 aprile 2007: Alcuni soci del GSSG partecipano in veste di esaminatori e di aspiranti Aiuto Istruttori allo stage del CNSS della SSI che si svolge tra Monfalcone e Trieste.

10 aprile 2007: Uscita di allenamento all’Abisso di Gabrovizza in vista dello stage CNSS per certificare nuovi Aiuto Istruttori.

9 aprile 2007: Uscita dedicata alla visita e alla realizzazione di alcuni scatti fotografici all’Abisso del Colle San Primo, sempre sul Carso triestino.

9 aprile 2007: Visita in relax alla Grotta del Paranco sul Carso triestino.

7 – 9 aprile 2007: Sempre Gabomba. Terminate le due risalite nelle parti alte del ramo nuovo: purtroppo questa volta non aprono la via ad altre prosecuzioni, probabilmente conduranno in qualche modo all’esterno. Le prossime uscite saranno dedicate agli scavi alla base del P25 nelle parti più basse del ramo nuovo. Un’altra squadra ha iniziato gli scavi di un un punto idrovoro esterno, 50 metri circa sopra l’ingresso della Gabomba, che prosegue a meandro nell’ipogeo.

7° aprile 2007: Sempre più Abisso presso il Cibic! Sceso il pozzo parallelo, bellissimo, levigatissimo, che termina tra le lame di un ringiovanimento dalle quali filtra nuovamente la corrente d’aria che sempre ci ha guidati, ma soprattutto, lungo il pozzo, un meandro e una galleria che, finalmente suborizzontalmente, spariscono nel buio.

7 aprile 2007: Visita alla Grotta Doviza di Villanova delle Grotte (UD) e ai suoi meandri percorsi dall’acqua.

1° aprile 2007: Uscita di allenamento in vista del prossimo stage del CNSS alla Grotta dei Cacciatori di Slivia – Carso triestino.

1° aprile 2007: Ancora neo Abisso presso il Cibic: sceso l’ultimo salto di circa 10-15 metri alla base del P50. Un terribile meandro con il fondo completamente allagato di fango lascia proseguire per poche decine di metri che non lascia alcuna possibilità di prosecuzione ma, risalendo, a una ventina di metri dal fondo, una finestra, un pozzo parallelo e …. alla prossima.

1° aprile 2007: Come consuetudine, apertura della Grotta Nera del Bosco Bazzoni. Ancora un successo per le visite guidate al sito dedicato alle ricostruzione di vita preistorica del Carso.

1° aprile 2007: Iniziati i lavori alla Grotta dell’Osmiza in quel di Prepotto (Carso triestino). E’ stato allestito il cantiere alla base di uno dei due pozzi paralleli, a 40 metri di profondità dove, dal solito stretto passaggio, una forte corrente d’aria non lascia che presagire il meglio. Sono già stati rimossi alcuni massi ma bisognerà aspettare la prossima uscita per sperare a vedere qualcosa oltre alla strettoia.

1° aprile 2007: Visita all’Abisso di Gabrovizza.

1° aprile 2007: Ancora un’uscita alla Grotta Valentina di Visogliano – Sistiana; accompagnati una ventina di appassionati attraverso le splendide concrezioni di questa cavità orizzontale.

28 marzo 2007: Visita infrasettimanale al neonato Abisso presso il Cibic dedicato all’allargamento degli innumerevoli passaggi stretti che si susseguono per i primi 100 metri di discesa.

24 marzo 2007: Con il permesso del propietario del terreno, esploriamo e rileviamo una cavità quasi nel centro di Opicina. Doveva trattarsi di una cavità non nota, ma una scritta sotto allo stretto pozzo d’accesso ci costringerà a delle approfondite ricerche nelle vecchie cavità catastate. Nell’occasione si sono realizzate anche alcune fotografie degli ambienti, caratterizzati da una enorme frana.

23 – 25 marzo 2007: Gabomba. Una squadra si è dedicata ad ultimare il rilievo delle gallerie finali e dei rami alti della “parte vecchia” della grotta, un’altra si è cimentata con la risalita di un camino nel Ramo del Verme, dopo una quindicina di metri, purtroppo mancava la corda, non tanto per il camino che comunque continua bello dritto, quanto per un’altra via che scende!
Non paghi del sabato altre due squadre sono tornate ad inabissarsi domenica, questa volta nei rami nuovissimi (zona saletta della scala). Risaliti una decina di metri, traverso in testa ad un pozzo (conosciuto), finestra, meandro bello e concrezionato ed alla fine un altro camino, aspirante questa volta. Dove porterà? ..non ci resta che ritornare.

18 marzo 2007: E alla fine c’è il botto! La delusione dell’ultima uscita al Pozzo presso il Cibic si trasforma in incontenibile euforia: il meandrino non c’è più e al suo posto c’è ora una finestra su un pozzo da oltre 50 metri le cui pareti si perdono nel buio. Sul fondo un altro salto di almeno 10 – 15 metri ancora da scendere. In parete finestre da esplorare. Siamo a circa -150 -160

18 marzo 2007: I soci che partecipano al corso interno dedicato alle tecniche di rilievo ipogeo, misurano in lungo e in largo la conosciutissima Grotta Priamo di Prosecco, rilevando così anche le nuove parti che il GSSG ha trovato durante una lunga serie di scavi interni.

17 marzo 2007: Oltre una ventina di appassionati ospiti vengono accompagnati alla Grotta Valentina di Visogliano (TS), per ammirarne le bellissime concrezioni.

14 marzo 2007: battuta di zona nei dintorni di Colludrozza – Sgonico (TS) alla ricerca di nuovi ipogei.

11 marzo 2007: Visita ad un altro classico del nostro Carso, la Grotta del Bosco dei Pini nei pressi di Basovizza.

11 marzo 2007: Individuato un nuovo pozzetto, battezzato Pozzo Giovanni, nella zona di Villanova delle Grotte (UD); iniziano i lavori di scavo per allargarne l’ingresso.

11 marzo 2007: Corso per armo organizzato alla Grotta Ercole.

11 marzo 2007: Grotta Gabomba. Finito il bypass, finalmente si può scendere in tutta tranquillità fino al P25 e riprendere gli scavi. Un’altra squadra esterna, intanto, si è dedicata ad aprire un altro pozzetto individuato la scorsa estate in prossimità dell’ingresso vecchio: 10 metri concrezionati che però non sembrano proseguire.

10 marzo 2007: Discesa in una grotta battezzata “Grotta dell’Osmiza” visto che si apre proprio in una delle migliori cantine vinicole del Carso. Allo scopo di verificare se ci fossero delle prosecuzioni, vista la quantità d’aria che esce costantemente dall’entrata, su invito dei proprietari, ci siamo calati in questo pozzo e… la prosecuzione c’è! E si trova alla base di un pozzo a circa 40 metri di profondità.

10 marzo 2007: Ancora una uscita all’oramai ex Pozzo presso il Cibic, ora a tutti gli effetti un abisso. Sceso anche l’ultimo pozzo individuato, oramai siamo a più di 100 metri di profondità, ma il fondo di quest’ultimo salto è un desolante, bellissimo, serpeggiante meandrino largo ben 4 o 5 centimetri! L’euforia cala, ma non bisogna demordere, l’acqua da qualche parte deve pur andare.

4 marzo 2007: Uscita dedicata all’esplorazione della Grotta dell’Uragano in quel di Lischiazze (UD), alla ricerca di nuovi rami o prosecuzioni.

4 marzo 2007: Continuano i lavori alla Gabomba. Questa volta si è preferito allargare alcuni passaggi per rendere più agevole un bypass che porta alla base del pozzetto sopra al P25, evitando così la vecchia via franosa e fangosa.

4 marzo 2007: Circa 130 le persone che anche questa domenica visitano la struttura museale della Grotta Nera con le sue ricostrizioni di vita preistorica sul Carso triestino.

4 marzo 2007: Un’altra squadra scavi si immerge nella Cibic 2, ma i risultati , e la frana incombente, non procurano grossi entusiasmi.

4 marzo 2007: Inghiottitoio Fornez, Friuli. Proseguono i lavori di scavo anche in questa interessantissima grotta di montagna.

2 marzo 2007: Ancora Pozzo presso il Cibic e ancora metri sottratti allo stretto. Oramai scendiamo a colpi di una decina di metri. L’ultimo pozzo, da 15, ci regala ancora una strettoia sul fondo ma al di là, si sente un salto di almento una ventina ma, soprattutto, sembra esserci lo spazio. Che sia la volta buona?

25 febbraio 2007: Ennesima uscita collettiva alla Grotta Impossibile. Un’altra ventina di appassionati possono percorrere le enormi gallerie e caverne di questa bellissima e relativamente facile cavità del Carso triestino.

25 febbraio 2007: Mentre una squadra di dedica ai lavori al Pozzo pressi il Cibic, un altro nutrito gruppo di speleo si immerge nella vicina Grotta Cibic 2.

25 febbraio 2007: Ancora scavi in quello che è l’attuale stretto fondo del Pozzo presso il Cibic.

24 febbraio 2007: Scavi interni anche nel nuovo sito nei pressi di Trebiciano: il Pozzo delle Batterie.

23 febbraio 2007: Continua l’opera di disostruzione nel Pozzo presso il Cibic: oramai la squadra scavi sfiora gli 80 metri di profondità.

18 febbraio 2007:  Uscita per una visita e la realizzazione di fotografie alla Grotta delle Torri di Slivia, un classico del Carso triestino.

18 febbraio 2007: La Grotta Impossibile continua ad attirare visitatori, sia speleo che appassionati. Affollata uscita per ammirare la grandiosità e la bellezza dell’ultima fra le grandi scoperte ipogee sul Carso triestino, facilitata dalla semplicità del percorso che può essere affrontato anche da visitatori per nulla pratici di tecniche di discesa e salita in corda.

18 febbraio 2007: Riprendono con maggior vigore gli scavi alla Grotta Damocle, la nuova cavità scoperta dal San Giusto nel 2000 nei pressi di Zolla e che ancora non è stata completamente esplorata.

11 febbraio 2007: Ancora una visita molto affollata alla Grotta Impossibile di Cattinara: in tutto oltre una ventina i partecipanti, fra soci e curiosi-appassionati.

11 febbraio 2007: Dopo

Nessun commento presente.

Nessun trackback